Mario Fadda

Nella cornice culturale della MEM (mediateca del Mediterraneo), sorta sulle ceneri del glorioso campo di Via Pola, si è svolta ieri la conferenza “La S.G. Amsicora e la città di Cagliari: dagli albori alla Grande Guerra” illustrata dallo storico sportivo Mario Fadda.
La serata ha ripercorso i primi vent’anni d’esistenza del glorioso sodalizio cagliaritano. Tra immagini inedite e ricostruzione storica del periodo e dei principali attori di questa importante pagina di storia sportiva sarda. l’Amsicora vanta molti primati nello sport sardo (non solo nell’hockey), è la decana delle Società di Ginnastica isolane, è la prima ad iscriversi alla FGI (federazione ginnastica Italiana) nel 1902 e alla FISA (divenuta poi FIDAL).



Uno dei due storici trofei

 

Ha il merito di aver introdotto il football in Sardegna e di averlo diffuso insieme alla rivale Eleonora d’Arborea. Ha pianto 24 caduti durante la Prima guerra mondiale e tra questi, lo storico Mario Fadda, ha ritrovato diversi calciatori, collaborando così a quel titanico lavoro di riscoperta nazionale del calciatori caduti in trincea ed inserendo su questo campo cin onore la Sardegna. A fine serata, Fadda, ha mostrato ai presenti ed illustrato, due trofei. La prima risulta essere la coppa di Calcio più antica della Sardegna (1909), disputata nel torneo studentesco cittadino. La seconda è importante per il Cagliari Calcio, la coppa infatti, posta in palio nel 1921, è il più antico cimelio del sodalizio del presidente Giulini, allora neonato club calcistico, che mise in palio il trofeo, vinto poi dalla stessa Amsicora.

Uno dei due trofei storici

Altre notizie relative

L’Amsicora ricorda Umberto D’Angiò Appuntamento il 21, 22 e 23 settembre 2018 all'Amsicora
Gioia Amsicora, la Coppa Italia è tua! Battuta in finale la Paolo Bonomi Hockey per 4-3
Hockey, il derby dice Amsicora Sconfitte per Ferrini, Uras e Suelli

...e tu cosa ne pensi?

300