Diana Styhar (foto Gianluca Piu)

Non solo l’aver avuto a che fare con compagini sulla carta molto più forti. Marcozzi Cagliari e Tennistavolo Norbello femminile hanno affrontato le trasferte del terzo turno di Coppa Europea ETTU (rispettivamente in Francia e in Russia) con le formazioni incomplete. Al team campidanese mancava Gabriele Picciulin, alle prese con l’Open di Bielorussia, mentre le giallo blu hanno dovuto fare a meno della numero 1 polacca Magdalena Sikorska.



Morale della favola: a Chartres oltre a Johnny Oyebode e al nigeriano Kazeem Makanjuola si è aggregato Marco Sarigu da Elmas. Un’altra sarda purosangue, Martina Mura di Cagliari, ha formato un inedito terzetto assieme a Diana Styhar e Gaia Smargiassi per affrontare il lungo viaggio verso Taganrog. Entrambe le sfide si sono chiuse con categorici 3-0 per le formazioni locali che hanno messo una grossa ipoteca sul risultato finale.

Ma venerdì e sabato le due blasonate formazioni scenderanno nella grande isola mediterranea e per chi ama osservare il tennistavolo estero è un’altra occasione da non farsi sfuggire. Tennistavolo Norbello – TMK-TAGMET Taganrog si disputerà venerdì alle 18:30 presso la palestra di via Azuni. Il giorno dopo, con inizio alle 19, si attende il pubblico delle grandi occasioni anche presso il Palatennistavolo di via Crespellani per assistere a Marcozzi Cagliari – Chartres ASS TT.

PARALIMPICI A NORBELLO: SUL PODIO PIU’ ALTO GIAMMARCO MEREU E SALVATORE FRAU

TORNEO ASSOLUTO RINVIATO ALL’OTTO DICEMBRE

Sabato scorso a Norbello non c’erano solo gli atleti paralimpici fisici da applaudire. Per la prima volta, nella storia del pongismo sardo, si è tenuto anche un torneo federale riservato agli intellettivo relazionali e i riscontri sono stati più che positivi. Facce divertite e soddisfatte nel pomeriggio di via Azuni, in particolare quella del presidente Fitet Sardegna Simone Carrucciu che si è sempre battuto per il coinvolgimento delle persone con disabilità nella pratica del Tennistavolo: “Abbiamo raggiunto un altro importante traguardo – ha detto – e ringrazio di cuore gli atleti presentatisi in palestra, perché ci hanno riservato dei momenti di grande gioia. E’ nell’interesse della Federazione creare momenti simili nella speranza che altre società aderiscano alle iniziative portando sui campi di gioco tante persone con disabilità”.

Intanto il torneo Federale Assoluto Maschile e Femminile che era stato fissato il 17 novembre scorso, è stato riprogrammato per l’8 dicembre sempre a Norbello. Sarà un torneo riservato ad atleti Italiani e stranieri con classifica 1-2-3-4 Categoria.

SINGOLO OPEN CIP CLASSE 1/10

In questo caso c’è da registrare un’altra prima volta con l’atleta carrozzato Giammarco Mereu che riesce a ritagliarsi un posto nella parte più importante del podio, quella centrale. Per il pongista lanuseino in forza al TT Quartu due successi su altrettante gare riportati su Franco Sanna e Mauro Mereu, entrambi del Tennistavolo Norbello, giunti rispettivamente secondo e terzo.

“E’ stata come sempre una esperienza bellissima, vittoria a parte – ha dichiarato Giammarco Mereu – condivisa con la mia splendida compagna di viaggio Federica Cuboni. Una vittoria inaspettata, visto che ero l’unico diversamente insuperabile in carrozzina, contro avversari/ amici più bravi e esperti di me. Secondo il mio modesto parere, alla vittoria hanno contribuito la mia determinazione unita ai duri allenamenti e al fatto di non aver trovato avversari che abbiano espresso in pieno le loro enormi qualità pongistiche. La vittoria so benissimo che è falsa e menzognera, la ricordo con gioia accantonando la consapevolezza che non ho fatto nulla di speciale: devo ancora imparare tantissimo e allenarmi molto duramente e con costanza”.

SINGOLO OPEN CIP CLASSE 11

In questa prima volta degli intellettivo – relazionali c’è la bella sorpresa rappresentata dalla società Libertas Ping Pong Monterosello Sassari che è riuscita a formare un bel gruppo di atleti. Oltre a loro si è aggiunta la lanuseina Federica Cuboni che, come il suo concittadino Giamamarco Mereu, è tesserata con il TT Quartu.

E la solare atleta ogliastrina stava per compiere il colpaccio al cospetto degli agguerriti avversari sassaresi: solo il bravissimo Salvatore Frau è riuscito a batterla in una finalissima che si è chiusa al quinto set. In semifinale il vincitore aveva superato il suo compagno Gian Mario Caddia mentre Federica ha avuto ragione del super veterano Gianfranco Idini.

“E’ stata una bella manifestazione- ha dichiarato il presidente della Libertas Ping Pong Monterosello Pierpaolo Idini – e spero che sia la prima di una lunga serie. Non parlo del vincitore, perché per me tutti i partecipanti si sono classificati al primo posto. Spero che le società prendano come esempio quello che stiamo facendo a Sassari, lavorando con i disabili”.

Parola ad Ana Brzan, allenatrice di Federica: “Per lei che non ha mai partecipato ad un torneo è come se avesse vinto, è stata molto brava, ha sofferto sempre e solo con Salvatore: infatti ci aveva perso già nel girone. Ma in finale ha giocato molto meglio. Nei momenti decisivi si è fatta prendere un po’ dalla fretta di fare il punto ma è stata una grande prestazione. Sono molto soddisfatta, speriamo che facendone altri si abitui pure un po’ allo “stress” della competizione. Lei era molto contenta, ma poteva vincere tranquillamente: le manca solo un po’ di esperienza”.

MEMORIAL GIOVANNI CUCCU: TUTTI DANNO IL MASSIMO MA PREVALGONO SARIGU, PIRAS, PISANU E FERCIUG

Come nella prima edizione, c’è molto di più di una disputa agonistica quando le menti dei protagonisti sono proiettate verso un’altra dimensione, alla ricerca di ricordi, pensieri, dialoghi. Tutti riconducibili a Giovanni Cuccu, il vero protagonista, purtroppo non presente, della manifestazione pongistica sarrabese. E soprattutto coloro che l’hanno conosciuto a fondo si sono battuti per lasciare il segno. Ci sono riusciti due suoi ex compagni di squadra: Nicola Pisanu (Muravera TT) e Marco Sarigu (Marcozzi Cagliari), vincitori rispettivamente dei Quarta e Terza Maschili. Sul fronte femminile, invece, vittorie per Aurora Piras, muraverese doc, e Rossana Ferciug dei Quattro Mori (rispettivamente nei Terza e nei Quarta).

In viale Rinascita si sono presentati oltre 50 atleti. Aspetto che ha riempito di gioia il presidente del Muravera TT Luciano Saiu che in merito ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Il Memorial è una manifestazione dedicata ad un atleta o un personaggio sportivo che in molti casi ci lascia precocemente. In questo caso abbiamo ricordato il nostro Giovanni, da tutti conosciuto come Giò o Giovi. Non avrei mai voluto organizzare un Memorial, ma purtroppo quando certe cose accadono, è uno dei pochi modi per onorarne la memoria, soprattutto quando chi ha smesso di vivere aveva pochi anni alle spalle. Per questa seconda edizione si è ripetuto ciò che già accadde nella prima: tanti sono stati gli amici venuti da tutte le parti, per far sentire ai suoi genitori quanto affetto li legava al loro Giovi. Sono contento che a vincere sia i 4^, sia i 3^ categoria, siano stati due ragazzi cresciuti con Giovanni, condividendone lo stesso colore di maglia. Sono bravi i nostri ragazzi del Ping Pong, e ieri con il loro impegno hanno in parte mitigato la tristezza del ricordo. Grazie Nico e Marco, ma grazie a tutti i partecipanti”.

TERZA CATEGORIA

Marco Sarigu ha avuto ragione in finale di un Marcello Porcu (Muraverese) che in precedenza aveva sgominato al quinto set il suo compagno Riccardo Dessì e in semifinale il marcozziano Stefano Curcio. Il resto lo racconta direttamente il vincitore.

“Mi trovo in un buon stato di forma – puntualizza Sarigu – grazie alla continuità e alla buona qualità degli allenamenti di quest’ anno. La vittoria di Muravera è arrivata nonostante non sia riuscito ad esprimere al meglio il mio gioco. Per me è stato un torneo particolare poiché memorial di Giovanni, amico ed ex compagno di squadra. Ci tenevo particolarmente a prevalere, e infatti la vittoria che è arrivata grazie alla grinta ma soprattutto alla gestione di alcune situazioni in cui ero in svantaggio e da cui sono riuscito a risollevarmi. Nel girone la partita più difficile è stata quella con Alberto Mattana (Muraverese) che in un modo o nell’altro riesce sempre a darmi del filo da torcere. Per quanto riguarda il tabellone invece sono riuscito a vincere in rimonta contro un solido Checco Lai (Muraverese) e in finale contro un sempreverde Marcello Porcu, non lo nascondo, grazie a qualche culata nei momenti decisivi. Vorrei dedicare questa vittoria ad Ornella e Sergio, al ricordo di Gio che è e sarà sempre nel mio cuore”.

Sul fronte femminile competizione agguerrita tra nove protagoniste molto preparate. Dopo i tre gironi iniziali si è messa in evidenza la più in forma, Aurora Piras (Muravera TT), impostasi al quinto set su Michela Mura (La Saetta Quartu) che in precedenza aveva dettato legge su Alice Mattana (Muravera TT) e nel girone su Eleonora Trudu (Tennistavolo Norbello) e Silvia Deligia (Quattro Mori Cagliari).

QUARTA CATEGORIA

Nicola Pisanu parte da favorito in una classe che ha attirato 32 tesserati. Il vincitore padrone di casa l’ha vista così: “Probabilmente è soltanto una casualità, ma io la voglio ricordare come una bellissima coincidenza il fatto che abbia vinto il mio primo torneo 4ª categoria regionale. Ebbene sì, non era mai successo in vita mia perché in passato avevo sempre perso in finale, in semi o addirittura nei quarti. Probabilmente il destino ha voluto che vincessi per la prima volta proprio quello dedicato al mio amico Giovanni. Se mi fossi basato sul motto “il numero 1 del torneo non vince mai” avrei continuato a farmi perseguitare dalla malasorte, ma questa volta, come non mai, mi sono dannato l’anima per vincere il Memorial. Il girone l’ho vinto abbastanza agevolmente vincendo 3-0 tutti gli incontri rispettivamente contro Gioele Melis (TT Guspini), Roberto Murgiano (Azzurra Cagliari) e Vito Moccia (San Orione Rosmarino Carbonia). Al primo turno incontro Marco Lai (San Orione Rosmarino Carbonia) e vinco 3-0. Nei quarti di finale è subito partita molto dura e piena di alti e bassi. Indubbiamente il nostro caro amico Giovanni avrebbe voluto che questa fosse una finale ma la mia partita contro Simone Boi (Muravera TT) valeva l’accesso alle semifinali. Si sa che le partite tra compagni di squadra sono sempre brutte e tatticamente incerte: per il 50% è stato così perché entrambi avevamo le stesse probabilità di passare il turno. Per il resto credo che abbiamo dato vita ad una bellissima partita. Son stato sempre a inseguire perché Simone vince il primo set e poi pareggio, lui vince terzo set e pareggio rimandando il verdetto finale al quinto. Qui mi ritrovo 5-0 sotto e proprio quando mi sento spacciato provo la risalita arrivando 6-6 e da lì è battaglia punto su punto; Simo ha avuto anche un match point sul 12-11 ma fortunatamente glielo annullo e porto a casa set (14-12) e match che valgono l’accesso alle semifinali. Segue l’incontro con un ottimo Francesco Broccia (TT Guspini) che ultimamente sta facendo un grande salto di qualità. Prevalgo 3-0 ma dietro questo risultato apparentemente rotondo ci è voluta concentrazione e impegno dal primo all’ultimo punto. In finale incontro Michele Buccoli (Muraverese) che aveva appena eliminato in semifinale il suo compagno di squadra nonché mio carissimo amico Alberto Mattana. Mi porto subito avanti 2-0 e il terzo set è pura emozione perché sento che il traguardo è sempre più vicino. Con maggiore autocontrollo porto a destinazione il compito vincendo 11-6. Segue momento indimenticabile perché mi sembrava doveroso andare ad abbracciare Sergio e Ornella (genitori di Giovanni) che son stati tutto il giorno sugli spalti insieme ai parenti a seguire tutte quelle persone che come me giocavano e volevano vincere soltanto per il figlio. Subito dopo la premiazione del 4ª categoria, parte il 3ª categoria e nel girone mi ritrovo Michele Buccoli (appena sconfitto in finale nei 4ª) e Francesco Broccia sconfitto in semifinale dei 4ª oltre al forte Marcello Porcu già iscritto come 3ª categoria. Nella prima partita contro Francesco Broccia porto a casa tranquillamente il primo set; il secondo lo perdo abbastanza facilmente poiché il guspinese, da un momento all’altro, ha alzato l’asticella del suo livello quindi sull’1-1 mi fermo e penso che devo mettere da parte emozioni, pensieri e stanchezze riportate dal torneo 4ª categoria e concentrarmi come se avessi appena iniziato un nuovo torneo. E infatti vinco i successivi due set portando a casa la partita 3-1. Gioco contro Marcello Porcu e vinco i primi due set giocando tatticamente in modo perfetto; nel terzo set calo poco, poco mentalmente e Marcello ne approfitta per accorciare le distanze portando la partita sul 2-1. Ma nel quarto set riparto convinto e consapevole di cosa fare e riuscendo a fare mio il set e dunque la partita per 3-1. L’ultimo incontro del girone lo vinco contro Michele Buccoli per 3-0: lui è probabilmente molto stanco e scarico dalle partite effettuate in mattinata. Al primo turno del tabellone (valido per l’accesso alle semifinali) incontro subito Francesco Lai e perdo 3-1 in un incontro assolutamente molto bello ed avvincente ma totalmente sbagliato tatticamente da parte mia e ovviamente i miei complimenti vanno al mio avversario che in quel momento era davvero difficile da battere. Peccato perché sarebbe stato bello salire sul podio pure nel 3ª categoria ma alla fine è andata bene così. I miei complimenti vanno a chi ha vinto nelle loro rispettive categorie senza dimenticare che Aurora Piras (mia compagna di squadra) ha vinto il 3ª femminile che è assolutamente una gara sempre bella e combattuta per l’alto tasso tecnico presente in Sardegna. Una menzione speciale anche a Marcolino Sarigu che ha vinto la gara principe (3ª categoria maschile) e probabilmente anche lui sarà stato molto emozionato nell’aver vinto questo torneo essendo stato un carissimo amico di Gio e avendo giocato un anno nella nostra squadra. Tutti e quattro (io, Marco, Gio e Simone Boi) partecipammo ai Giochi delle Isole di Palma di Maiorca nel 2009. È stata una giornata bellissima dedicata al nostro amico Giovanni. Sei e sarai sempre con noi”.

Girone unico per le otto partecipanti ai Quarta femminili con Rossana Ferciug (Quattro Mori Cagliari) asso pigliatutto con sette vittorie su sette gare disputate. “Sono molto contenta di aver vinto a Muravera – ammette Rossana – però ho partecipato anche ai Terza e in quel contesto mi rendo conto che tutto è più complicato, anche se alla fine sono rimasta soddisfatta. Rimane il fatto che posso fare molto di più se stessi calma e usassi di più la testa. Ringrazio i miei genitori, la mia squadra e l’allenatore Stefano Curcio”.

Nella classifica finale la pongista di sangue romeno ha preceduto la sua compagna di scuderia Silvia Deligia, Francesca Seu, Alessandra Stori, Rita Franzo’ (Muravera TT).

RECUPERO SERIE D1/A: VINCE L’AZZURRA

Derby del quartiere cagliaritano di Mulinu Becciu con l’Azzurra Cagliari che riesce ad espugnare il campo del Quattro Mori Cagliari e a consolidare il primato in classifica frutto di otto punti in quattro partite.

Per l’occasione si è registrata la new entry dell’azzurrino Gianfranco Manca: “Incontro sulla carta non difficile per noi che però si rivela ostico all’inizio grazie al coriaceo e sempre in forma Tore Scotto. Le due formazioni scendono in campo entrambe rimaneggiate: il Quattro Mori, a causa dell’incontro giocato in campionato femminile da parte delle titolari Rossana Ferciug, Silvia Deligia e Beatrice Mozzi; l’Azzurra per scelta vista la tranquilla disputa. Le uniche partite combattute sono state quelle che hanno riguardato il grande Tore Scotto che al primo incontro ha la meglio per 3-1 su un combattivo ma fallosissimo Pierluigi Montalbano. Nel secondo incontro invece deve cedere alla coriaceità di Vincenzo Salustro che fa suo il match per 3-1 con relativi set tutti al fotofinish. Gli altri incontri tutti conclusi per 3-0 a nostro favore hanno visto le semplici vittorie di Mauro Serra, Pierluigi e Vincenzo sulla giovane e promettente Lorena Ferciug e su Enzo Sanna. Infine, a risultato ormai acquisito, il mio esordio in campionato con vittoria contro l’altro esordiente Sanna”.

IL TACCUINO DEI CAMPIONATI NAZIONALI E REGIONALI

In A1 maschile scende in campo solo il Tennistavolo Norbello Comuni del Guilcer nell’ennesima trasferta di questo girone d’andata che domenica lo vedrà protagonista a Vigevano. Gara importante ai fini della permanenza in un campionato dove non ha ancora mosso la classifica.

Straordinari anche per il team norbellese al femminile che a Bolzano dovrà disputare tre gare: si comincia sabato con il recupero della terza giornata contro l’Eppan. Si prosegue l’indomani contro Vallecamonica e di seguito la prima di ritorno opposto alla Bagnolese.

La vicecapolista del campionato di A2, Marcozzi Cagliari, sarà di scena sul campo del Campomaggiore Terni

Nella quinta giornata di andata impegno a Palermo per la Marcozzi di serie B1 che dopo il primo successo stagionale cerca continuità in casa del fanalino di coda Sportenjoy Rosanero.

La B2 si caratterizza per il derby del nord Sardegna tra il Cancello Alghero e il Santa Tecla Nulvi (domenica, via Grandi ore 10:00). Sarà a Roma la Muraverese che gioca nella tana del King Pong.

Scontri tra sarde nel campionato nazionale di C1: Sabato alle 16 (Salone Enaoli di Iglesias) l’ITC Enrico Fermi ospita la Muraverese, mentre l’indomani a Sassari (palestra Corso Cossiga, h. 10) giocheranno Tennistavolo Sassari e Tennistavolo Norbello.

Si scende verso la C2 con la capolista Guspini che riceve il Decimomannu, terza forza del campionato. Spicca anche la gara tra Azzurra Cagliari e La Saetta (Sabato, via Carpaccio, ore 17:00).

Nel girone A della D1 la leader Azzurra riceve il Torrellas Capoterra. Match in trasferta per il Muravera TT, seconda forza, che viene ospitato dal San Orione Rosmarino Carbonia (domenica, h. 10, via Liguria).

Nel raggruppamento B del centro – nord Sardegna riflettori puntati verso la palestra di Corso Cossiga a Sassari, dove sabato alle 17:00 i padroni di casa primi in classifica sfidano il Guilcier Ghilarza, sotto di un punto.

In campo anche i 5 gironi della D2.

Altre notizie relative

Norbello e Marcozzi in ETTU Cup Le due compagini sarde impegnate in Europa
Tennistavolo, weekend nero per Norbello Solo due punti per le donne della A1
Tennistavolo, Norbello supera il turno di ETTU Cup Le guilcerine vincono contro danesi e belghe

...e tu cosa ne pensi?

300