Rolando Maran (foto LaPresse)

Così Rolando Maran dopo Cagliari-Roma 2-2, in un finale pazzesco. “Non dobbiamo parlare solo del carattere. Abbiamo avuto più possesso palla, più corner, i numeri dicono oggettivamente che il pareggio è stra-meritato da parte dei ragazzi. La squadra ha mostrato carattere ma anche sangue freddo, trovando un pareggio importante. E’ chiaro che la dinamica del match è stata particolare, disunirsi era facile invece i giocatori sono stati incredibili, spingendo fino alla fine, anche quando tutto sembrava perso. Sono contento anche per Sau”.



Si è visto un grande ambiente alla Sardegna Arena, a supporto del Cagliari. “Si è formato un sentimento forte, perché i tifosi vedono che la squadra non molla mai. La gente capisce e ci sostiene, stimolandoci fino alla fine. Il risultato odierno è merito anche dei nostri tifosi”.

Nel finale si è visto anche un inviperito presidente Tommaso Giulini a ridosso dell’arbitro. “Non voglio parlare di arbitri. A Mazzoleni non ho detto niente…”, taglia corto Maran.

Sulla situazione fisica di Pavoletti, fermatosi nel riscaldamento. “Non si sentiva bene già nella rifinitura, abbiamo preferito non rischiarlo. E’ solo un affaticamento, niente di grave”.

Contro il Napoli mancheranno anche Srna e Ceppitelli. “Sicuramente non dobbiamo incappare in certe reazioni, non penso che i ragazzi abbiano esagerato, ma non voglio tornare sugli episodi arbitrali. Pensiamo a giocare come oggi, senza correre rischi non necessari, ma penso che né Darijo né Luca abbiamo esagerato”.



Altre notizie relative

Chiamatele manie di protagonismo L'EDITORIALE | Le nostre opinioni dopo le decisioni del Giudice sportivo relative a Cagliari-Roma
Cagliari, stangata dal Giudice Sportivo! Le decisioni del Giudice Sportivo dopo Cagliari-Roma
Panatta: “Sau? Cagliari, bisognerebbe ridere…” L'ex campione torna sulla polemica con il Cagliari

...e tu cosa ne pensi?

300