07-06-2018, Cagliari, Sardegna Arena, Calcio, Serie A 2018-19, Conferenza stampa presentazione Mister Rolando Maran. Foto Gianluca Zuddas/Agenzia Fotocronache. Nella foto: Marcello Carli

Emozioni che rimarranno a lungo nella memoria dei tifosi. Ma anche polemiche. Tante polemiche, a corredo di una partita entusiasmante per pathos e contenuti.

Marcello Carli, direttore sportivo del Cagliari, ha commentato il match nella pancia della Sardegna Arena. Ovviamente, nel mirino del dirigente – molto arrabbiato al 90′ – c’è il concitato finale con le espulsioni di Srna e Ceppitelli, e gli allontanamenti di Maran e Maraner.

“Comminare quattro espulsioni in questo modo, nel finale, in una situazione simile, è una mancanza di rispetto. Se fosse un qualcosa che succede sempre, che si vede altre volte in altri campi, anche con squadre più blasonate, allora vuol dire che c’è una linea e lo si accetta. Ma vederlo così, in un finale concitato e contro il Cagliari, non va bene”.

Ora il Napoli. “Cercheremo di fare il massimo. Ancelotti è avvisato? Al di là di questo, dico che dobbiamo sempre giocare così, con il coraggio visto oggi e anche nella gara dell’anno scorso qui proprio contro la Roma. Abbiamo il sostegno del pubblico, ce lo teniamo stretto e dobbiamo continuare su questa strada. Un pareggio così vale una vittoria, certamente, perché siamo stati bravi a non disunirci mai mantenendo personalità. Da qui si riparte, si può migliorare a livello tecnico e tattico ma per questo c’è un mister molto bravo che è un martello”. In 11 vs 11 si poteva vincere? “Secondo me si vinceva…”, ironizza Carli, che poi torna serio. “Il calcio è strano, una palla lunga a volte ti premia o ti beffa allo scadere, come è successo con noi contro il Sassuolo. Può darsi che le espulsioni dei mister abbiano dato una scossa decisiva”.



“Dobbiamo crescere, facciamo errori, lo sappiamo. Siamo un gruppo forte e valido, però subire espulsioni così è troppo pesante. Dispiace per l’atteggiamento che subiamo, ripeto che è una mancanza di rispetto. Non sono tanto preoccupato perché mancheranno giocatori importanti, poiché chi giocherà farà il suo e abbiamo un gruppo di ragazzi straordinari. Il danno è vedere quattro persone che rappresentano il Cagliari espulse in due minuti. L’arbitro era stato bravissimo fino a quel momento finale, andando anche a vedere il VAR, poi ha perso un po’ la testa. Quattro espulsioni in due minuti mi paiono davvero troppo, ci girano le scatole, per essere educati”. Sulla partita: “Abbiamo grande coraggio, e ciò non deve mai mancare. Stiamo migliorando molto, il percorso è lungo ma senza questo coraggio non avrebbe senso. E’ bello vedere certe rimonte, bellissimo che abbia segnato Sau, ci sono state tante cose emozionanti oggi, compreso il sostegno del pubblico”.



Altre notizie relative

Lotta agli infortuni: la nuova sfida di Maran Col Napoli tante defezioni per infortuni e squalifiche
Cagliari, stangata dal Giudice Sportivo! Le decisioni del Giudice Sportivo dopo Cagliari-Roma
1, 2, 3: là davanti si sbloccano tutti. Ma sul mercato… Il Cagliari trova finalmente i gol dalle sue punte

...e tu cosa ne pensi?

300