.

Trasferta da dimenticare al più presto per l’Amatori Rugby Capoterra, sconfitto nell’anticipo del sabato nel campionato di serie B maschile dal Rugby Varese per 27-5. Quella che doveva essere la gara che avrebbe permesso a capitan Garau e compagni di respirare sempre più l’aria dell’alta classifica, si trasformata in incubo. Capoterra non è mai entrata in partita o quantomeno non ha mai dato l’impressione di mettere in difficoltà un Varese cinico e determinato che ha sfruttato al meglio le tante ingenuità e i tanti errori commessi dalla squadra allenata da Lisandro Villagra. In settimana, il tecnico argentino aveva chiesto determinazione e concentrazione, due elementi che questo pomeriggio sono mancati negli 80 minuti di gioco.
Una sfida non facile aveva proclamato alla vigilia il tecnico argentino e il campo gli ha dato ragione.
Un campo che ha visto come protagonista solo la formazione di casa: il Rugby Varese che ha dapprima, studiato a lungo la squadra isolana, poi l’ha colpita quasi al termine dei primi 40’ di gioco per poi darle il colpo di grazia nel secondo periodo. Gli unici punti del Capoterra sono arrivati da una metà che, nel secondo tempo, ha realizzato Lupi,. Per il resto buio pesto.
Poche le emozioni nei primi 40’ minuti di gioco. Le due squadre si affrontano per lo più a centrocampo, cercando soprattutto di trovare qualche varco difensivo da sfruttare nel migliore dei modi. Alla mezz’ora arrivano i primi tre punti per Varese su calcio di punizione. La reazione dell’Amatori è sterile. Varese capisce che l’avversario stasera non è in giornata e, forse ha la testa altrove e lo punisce dopo 6’. La difesa traballa e per gli avanti lombardi è un gioco perforarla e andare a depositare l’ovale dietro i pali. La trasformazione arriva puntuale (10-0 al 36’) così come il fischio dell’arbitro che manda le squadre negli spogliatoi dopo l’errore di Marcello Garau che non riesce a trasformare un calcio di punizione (10-0 al riposo). Nell’intervallo il tecnico Villagra cerca di caricare la squadra. Ci sono ancora 40’ , la gara non è chiusa e c’è tutto il tempo per recuperare. Al 47’ primi cambi per Capoterra. Escono Pinna e Ambus ed entrano Stara e Ganga. Trascorrono altri minuti con pochi sussulti. Al 63’ Varese alza la voce. Va in meta e trasforma (17-0). L’Amatori prova a riordinare le idee, trovando con Lupi la meta della speranza. Putroppo non arriva la trasformazione. Ma poco importa. Il ghiaccio è rotto, può cominciare la rimonta. Neppure il tempo per festeggiare e arriva una nuova doccia fredda per l’Amatori che al 32’ del secondo periodo subisce l’ennesima meta (con trasformazione). A peggiorare la situazione ci si mette anche l’arbitro con qualche fischio e decisioni che non certo favoriscono l’Amatori. Nel finale Varese trova ancora i pali. Una meta che mette definitivamente al tappeto il XV isolano.

Altre notizie relative

Rugby, Alghero non si rialza I Cavalieri sbancano il Maria Pia
Rugby, Alghero cade a Catania Catalani al terzo posto in classifica
Rugby, primo KO per Alghero Vittoria esterna per Capoterra in Serie B

...e tu cosa ne pensi?

300