Un timeout di Anile

Un solo set giocato ad alto livello non è bastato all’Hermaea Olbia, che al PalaPapini si è dovuta arrendere alla forza della Zambelli Orvieto. Decortes e compagne hanno avuto la meglio per 3 set a 1 approfittando della brutta giornata in ricezione di un’Hermaea costretta ancora a fare i conti con l’assenza di Maruotti, frenata dai soliti guai alla schiena.

LA GARA – Anile decide di premiare il buon momento di Padula e la inserisce al centro nello starting six al fianco di Barazza. In banda, al posto di Maruotti, viene invece confermata Diana Giometti. Dopo un avvio tutto sommato equilibrato (7-6 in favore della Zambelli dopo i primi scambi) le padrone di casa iniziano a far valere tutta la qualità delle proprie attaccanti. A cominciare da Decortes, grande protagonista del primo strappo sul 15-10. L’Hermaea fatica in ricezione e non riesce ad attaccare come vorrebbe nonostante gli sforzi della solita Fiore (17 punti messi a terra). Orvieto non ha difficoltà nell’allungare fino al +10 (23-13) e poi nel guadagnare la palla set ben sfruttata da Montani (attacco in fast per l’1-0).

Nel secondo set la Zambelli continua a lavorare bene in battuta (Prandi per il 6-2) e sotto rete con i primi tempi di Montani. Le galluresi provano a restare in scia con gli attacchi di Giometti, ma la Zambelli trova forze fresche anche in uscita dalla panchina e controlla fino a raddoppiare nel conto dopo un attacco out dell’Hermaea.

Nel terzo set la squadra di Anile riesce finalmente a trovare una reazione. Dopo una partenza buona (4-7 in avvio), Decortes prova a guidare la riscossa umbra (parità a 13). L’Hermaea ci sta e piazza un nuovo break di 5 punti per il 15-20. Coach Solforati getta nella mischia Bussoli, ma la sostanza non cambia: Barazza, con il muro vincente, accorcia le distanze.

Poca storia nel quarto set: l’Hermaea soffre ancora la battuta della Zambelli e si stacca subito nel punteggio, non trovando più le risorse per rimettere in piedi la contesa.

“Abbiamo giocato contro una squadra molto forte – ammette coach Anile – non è certo un disonore perdere a Orvieto. Il rammarico c’è, perché se abbiamo giocato un terzo set di livello vuol dire che abbiamo le qualità per giocarcela contro tutti. Dopo quella fase, però, ci è mancata la continuità. Orvieto ha difeso molto bene, noi, invece, abbiamo commesso troppi errori”.

ZAMBELLI ORVIETO – VOLLEY HERMAEA OLBIA 3-1 (25-16 25-19 16-25 25-12)
ZAMBELLI ORVIETO: Stavnetchei 10, Montani 14, Prandi 4, D’Odorico 8, Ciarrocchi 5, Decortes 24, Cecchetto (L), Kantor, Mucciola, Bussoli, Venturini. Non entrate: Quiligotti (L), Angelini. All. Solforati.
VOLLEY HERMAEA OLBIA: Giometti 9, Padula 4, Bacciottini 4, Nikolaeva 6, Barazza 5, Fiore 17, Degortes (L), Taje’ 2, D’Elia 1. Non entrate: La Licata, Mele (L), Moltrasio, Maruotti. All. Anile. ARBITRI: Proietti, Moratti.
NOTE – Durata set: 22′, 23′, 23′, 21′ ; Tot: 89′.

 

Altre notizie relative

Hermaea, a Orvieto serve un’impresa Dopo Soverato c’è un’altra big sul cammino della squadra biancoblù: è la Zambelli terza in classifica
Hermaea, niente da fare contro Soverato Con Maruotti limitata da un problema alla schiena, le galluresi tengono testa alle calabresi per due set ma alla fine alzano bandiera bianca
L’Hermaea ospita la capolista Archiviato il successo al tie break contro Pinerolo, le olbiesi ricevono la visita di Soverato. Anile: “Abbiamo ancora un sogno nel cassetto”

...e tu cosa ne pensi?

300