Andrea Sanna (foto Perrone)

Niente da fare per l’Arzachena sul campo del Piacenza. La squadra di Mauro Giorico non sblocca il proprio score in trasferta e subisce un 3-1 dalla seconda forza del torneo. Andrea Sanna ha sbloccato la gara su rigore al 32′, poi l’immediato pareggio di Silva: gli emiliani passano nella ripresa con le reti di Troiani al 67′ e Corradi all’82’. I nostri giudizi sulla gara dei biancoverdi:



Ruzittu 6 – Appare poco reattivo nel primo gol preso sul suo palo, ma nell’occasione era coperto da un compagno che non gli offriva una perfetta visuale: nella ripresa si rifà con una bella parata a mano aperta su Nicco, ma non può nulla sugli altri due gol emiliani.

Pandolfi 5,5 – fronteggia bene clienti difficili come Sestu e Di Molfetta. Sul giudizio pesa come un macigno il fatto che si perda Troiani nella punizione del gol che ha regalato il vantaggio ai piacentini.

Busatto 6 – dei tre centrali è quello che convince di più nella gara odierna.

Baldan 5,5 – leggermente incerto in alcune occasioni rispetto ai compagni di reparto (vedi chance per Nicco nella ripresa).

La Rosa 6 – schierato nei tre di difesa, la bandiera smeraldina svolge il suo compito senza brillare.

Arboleda 6,5 – prestazione in crescita quella del terzino cresciuto nel Perugia che si mostra attento in difesa e talvolta pericoloso anche in fase offensiva, nelle rare occasioni in cui la gara glielo ha permesso.

Manca 5,5 – autore di un inizio convincente, col passare dei minuti si spegne e viene sacrificato da Giorico per inserire un altro attaccante (dal 75′ Gatto 5,5 – un quarto d’ora di gara senza guizzi per l’ex giocatore dell’Alto Adige)

Nuvoli 5 – il problema muscolare lo toglie dalla gara dopo appena 45′ deludenti (dal 46′ Loi 5,5 – prova a illuminare i suoi nel momento migliore dell’Arzachena senza però impensierire mai Fumagalli).



Casini 5,5 – lotta come un leone a centrocampo ed è senz’altro il migliore in campo fino all’82’ quando perde sanguinosamente palla al limite propiziando il definitivo 3-1 di Corradi.

Sanna 7 – è l’anima della fase offensiva delll’Arzachena. Tiene palla e lotta contro i centrali piacentini ed è freddo dal dischetto nel regalare il vantaggio ai suoi.

Ruzzittu 6,5 – prestazione di sacrificio per l’attaccante gallurese che si guadagna il calcio di rigore del vantaggio smeraldino. Niente male per un giovane al suo primo anno tra i professionisti (dall’85’ Porcheddu s.v.)

Giorico 6 –nonostante le assenze dei due baluardi Bonacquisti e Moi, il suo 3-5-2 è solido e non soffre particolarmente la seconda forza del campionato. Serve però maggiore attenzione sui calci piazzati per non perdere ulteriori punti per strada.

Matteo Porcu

Altre notizie relative

Arzachena, prosegue il mal di trasferta Il racconto e il tabellino della gara del Garilli
Giorico: “A Piacenza con fiducia” Il commento del tecnico dell'Arzachena alla vigilia
Giorico: “La squadra è viva” Le parole del tecnico degli smeraldini prima della gara col Pontedera

...e tu cosa ne pensi?

300