Cagliari 16 09 08 2018 Presso Stadio Sardegna Arena – Campionato serie A tim incontro Cagliari vs Milan
nella foto: Ragnar Klavan

“Rifarei questa scelta”. Non ha dubbi Ragnar Klavan nell’analisi dei suoi primi mesi in rossoblù. “Qui c’è molta tattica – le sue parole ai microfoni del Corriere dello Sport -, ma con mister Maran facciamo un calcio moderno. La maggiore difficoltà? La lingua, in campo riusciamo a comunicare a gesti e in un mix tra inglese e italiano. Sorrido al fatto che voi italiani quando parlate sembra che stiate sempre litigando”.



“Ci vuole ancora un po’ di tempo per vedere il vero Klavan – prosegue il centrale -, ho pagato qualche difficoltà fisica. Il Napoli? Dovremo essere noi stessi, non dobbiamo rinunciare ad attaccare, rimanendo coperti. La coesione deve essere il punto di forza come contro la Roma. È stata un finale incredibile, mai vissuto niente del genere e ho esultato, anche se in maniera poco “italiana”. Il pubblico ci ha dato una mano: a parte i numeri, lo spirito della tifoseria è come quella di Liverpool. Vogliono che tu combatta, se ti impegni loro scendono in campo con te. Futuro? Mi sono trovato bene da subito anche in campo con Ceppitelli e gli altri centrali. Sono felice che il Cagliari abbia puntato su di me, ora vediamo cosa succede in questi due anni”.

Altre notizie relative

Klavan e Farias in coro: “Risultato positivo” Le parole dei due rossoblu dopo il pari di Frosinone
Cragno superstar, Farias salva Maran Le pagelle della gara del "Benito Stirpe"
Cagliari sterile, l’Inter ne fa 2 Il racconto e il tabellino del match del "Meazza" di Milano (finisce 2-0)

...e tu cosa ne pensi?

300