Marcello Carli e Tommaso Giulini in sala stampa

Marcello Carli e Tommaso Giulini in sala stampa

La sua avventura a Cagliari è iniziata da pochi giorni e gli ha già regalato una buona dose di emozioni, col successo ai danni dell’Udinese in primis. Marcello Carli è stato conquistato dall’universo rossoblù e in un’intervista concessa ai microfoni de La Gazzetta dello Sport esprime la soddisfazione per aver accettato la corte di Tommaso Giulini: “Ho trovato un mondo speciale, con una storia – ha affermato l’ex dirigente dell’Empoli – hai la sensazione di partecipare ad un progetto importante. Giulini è un fiume di idee: stadio nuovo, campi di allenamento nuovi, un progetto giovani affascinante. Ma prima di tutto bisogna salvarsi”.



Appunto, la salvezza. Quanti punti serviranno ancora? “Quattro, forse cinque. La reazione contro l’Udinese è stata fantastica. Vedere un uomo simbolo come Sau recuperare in scivolata 4-5 palloni è stata una scossa elettrica per tutti. L’Inter? Se pensiamo che questa gara è persa e che la salvezza arriverà nelle altre gare sbagliamo tutto. Dobbiamo andare a San Siro per fare la partita della vita”.

Un sogno nel cassetto per questa nuova avventura? “Intanto vorrei incontrare il mito, Gigi Riva. Poi se ci salviamo mi concedo una sbronza epocale. Non bevo alcolici da una vita ma il sogno Cagliari vale un’eccezione alla regola”



Altre notizie relative

Castro: “Giulini, non ti pentirai di avermi preso” Le parole del centrocampista del Cagliari
Barella-Giulini-Cagliari, tra raziocinio e utopia Ambizioni del calciatore, idee del presidente, valore che cresce esponenzialmente: cosa succederà?
Brio: “Su Barella ha ragione Mancini” La bandiera juventina, vice del Trap a Cagliari, ha presentato il suo libro a Sassari

...e tu cosa ne pensi?

300