Girolamo Giordano (a sinistra), nuovo ePlayer del Cagliari. A destra, Mattia Guarracino, ePlayer della Sampdoria

Girolamo Giordano (a sinistra), nuovo ePlayer del Cagliari. A destra, Mattia Guarracino, ePlayer della Sampdoria

Il Cagliari entra ufficialmente a far parte del mondo degli eSports, come già altre squadre di Serie A (e non solo) hanno fatto in tempi non sospetti. Ve ne avevamo parlato tempo fa intervistando Mattia Guarracino, ePlayer ufficiale della Sampdoria. Adesso, invece, entra a far parte della società isolana Girolamo Giordano, membro del Team Inferno eSports, primo ePlayer della storia dei rossoblù. Lo annuncia la stessa società di via Mameli attraverso una diretta su Facebook dove Simone Trimarchi (telecronista eSports) e Simone Ariu (social media manager del Cagliari), presentano il proprio videogiocatore professionista e il team con il quale collaborano. A prendere parola per primo è proprio il SMM della società sarda: “Il pianeta digitale è in continua evoluzione e c’era la forte volontà di sbarcare in questo mondo. E’ ben più di una tendenza. Abbiamo avviato questo processo un anno fa, con un post sulle piattaforme social, invitando i tifosi a candidarsi. C’è stato un boom di candidature. Il mondo degli eSports è in evoluzione giorno dopo giorno. Ci siamo accorti di doverci rivolgere a una realtà già affermata in questo settore, da qui l’idea di affiancarci a Inferno eSports“.



Prosegue così il Social Media Manager della società cagliaritana: “Ci stiamo avvicinando sempre di più a quello che è il pubblico odierno, il quale vuole sempre maggiormente parlare con noi anche attraverso il mondo digitale, non solo fisicamente o coi media tradizionali. Da qui l’idea ed esigenza di aprirci a questo mondo. I nostri numeri sono in forte crescita negli ultimi anni, siamo la settima squadra di Serie A per interazioni su propria pagina Facebook. Sono numeri importanti, dobbiamo continuare a crescere sempre di più e sbarcare in questo mondo credo sia un passo importante. Ci rivolgiamo a un pubblico vasto, anche diverso e molto esigente, ma siamo pronti“.



Prende dunque parola Massimiliano Rossi, CEO dell’Inferno eSports: “E’ un grande onore e forte orgoglio essere qui, sia perché il Cagliari è un club molto importante, oltre che soggetto sportivo con grande storia. E’ una squadra con capacità e competenze, questo è il nocciolo della nostra collaborazione. C’è voglia di rappresentare i colori del Cagliari e dare risultati ai suoi tifosi in questo settore. Ci siamo affidati così a un giocatore competente. Si è visto che negli eSports le capacità dei giocatori possono essere paragonate a quelle degli atleti degli sport convenzionali. Le gesta diventano simili anche a quelle dei calciatori. Il nostro ePlayer, Girolamo Giordano, è uno di quelli le cui gesta vengono già riconosciute nella comunità. E’ uno di grande calibro. Lo abbiamo selezionato per questo percorso e lavorerà duramente per raggiungere dei risultati, con grande spirito di sacrificio“.



Prende dunque parola proprio Girolamo Giordano, l’ePlayer ufficiale del Cagliari: “E’ un grande privilegio essere stato scelto per una società così importante. La concorrenza in Italia è agguerrita fra i videogiocatori ed è in costante in crescita. Onorerò quest’impegno già ad Empoli, al “Carlo Castellani, dove ci sarà un torneo quadrangolare“. A seguito della conferenza di presentazione, il nuovo ePlayer dei sardi andrà a sfidare i pari ruolo di Levante ed Empoli, altre squadre che già annoverano nei loro ranghi un videogiocatore ufficiale. Gli showmatch verranno trasmessi nella nuova pagina Facebook Cagliari Calcio eSports, nata proprio per lo sbarco dei rossoblù in questo nuovo settore.

Mattia Marzeddu

Altre notizie relative

Pa(pà)voletti riacchiappa la Viola: 1-1 Segui la diretta del match fra toscani e sardi
Le certezze ritrovate L'editoriale dopo la vittoria del Cagliari sul Bologna
“Quest’anno clima e voglia differenti” Le parole di Pavoletti dopo Cagliari-Bologna

...e tu cosa ne pensi?

300